28 dicembre 2017

La manutenzione della piegatrice


Mantenere la piegatrice in perfetta efficienza è fondamentale per evitare danneggiamenti ed individuare eventuali guasti prima che diventino problemi seri. Pulire e tenere in ordine la macchina è tanto semplice quanto importante. Questi sono gli interventi che consigliamo di effettuare ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, e una volta all’anno.

Tutte le operazioni di manutenzione devono essere condotte da operatori qualificati ed esperti, e dopo aver segnalato con dei cartelli che la macchina è in fase di manutenzione. Non passare con le mani o altre parti del corpo fra gli utensili. Utilizza le attrezzature adatte per lavorare in quota senza rischi.

Per interventi di manutenzione o riparazione complessi che non sono indicati tra i casi riportati più avanti, è necessario affidarsi al servizio assistenza Gasparini.

parcheggiare traversa piegatrice sicurezza

Prima di iniziare la pulizia o la manutenzione, tieni a mente la sicurezza. Proteggi la tua incolumità e quella dei tuoi colleghi:

  • Delimita lo spazio attorno alla piegatrice con barriere e segnali, assicurandoti che sia pulito e senza ostacoli.
  • Fai scendere la traversa fino a quando il punzone non è completamente appoggiato alla matrice. Se gli utensili fossero troppo fragili o delicati, toglili e inserisci dei ceppi di legno o plastica come appoggio per la traversa.
  • Premi il pulsante rosso di arresto motore
  • Spegni gli eventuali dispositivi ausiliari portando il selettore in posizione 0
  • Ruota l’interruttore generale sulla porta dell’armadio elettrico portandolo in posizione 0 e bloccalo con un lucchetto
  • Togli tensione al quadro generale di distribuzione a cui è collegata la piegatrice.

Pulizia giornaliera

Dopo ogni turno o a fine giornata di lavoro, pulisci la zona di lavoro eliminando tutti i residui di lavorazione con un panno asciutto. Pulisci gli utensili, il banco, i supporti, le guide dei supporti scorrevoli o accompagnatori e gli altri accessori di cui è dotata la pressa. Entrando dalla parte posteriore, pulisci le battute dei riferimenti e le guide del registro posteriore.
Per la pulizia non utilizzare l’aria compressa e proteggi le mani con guanti in neoprene o PVC.

Manutenzione

pulsanti emergenza pompa piegatrice

1 Ogni settimana

Facendo scattare le emergenze, si deve accendere la spia di reset. Per tornare al funzionamento normale, riarmale e premi il pulsante blu posto sul retro della macchina. Se il modello non ha la spia di reset, si spegnerà il motore principale.

1.1 Protezioni e sicurezza

A macchina spenta verifica l’integrità di tutte le protezioni e ripari. Accendi la piegatrice e verifica l’efficienza dei dispositivi di protezione.

1.1.1 Protezione posteriore (o cancello posteriore)

Con la piegatrice in moto e in fase di discesa rapida, apri la protezione posteriore.
La traversa e il registro posteriore devono bloccarsi immediatamente.

1.1.2 Protezioni laterali

Con la piegatrice in moto e in fase di discesa rapida, apri una protezione laterale.
La traversa deve bloccarsi immediatamente. Ripeti la prova anche sull’altra protezione laterale.
Con una protezione laterale aperta è possibile utilizzare la pressa in modalità di discesa lenta, se la sicurezza non ha disattivato la pompa. Con entrambe le protezioni laterali aperte non è possibile alcun movimento.

1.1.3 Arresto di emergenza

Con la piegatrice in fase di discesa rapida verifica l’efficienza dei tasti a fungo rossi su sfondo giallo. Premendo uno di questi pulsanti si provoca l’arresto immediato della traversa mobile e di tutti i movimenti del registro posteriore, e si accenderà la spia di reset. Lasciando premuto il pulsante di emergenza, premere il pedale di risalita; la traversa mobile deve risalire (se la pompa non è spenta). Ripetere la prova con ogni pulsante.

1.1.4 Pedale di discesa a tre posizioni

Con la piegatrice in fase di discesa verifica l’efficienza del pedale a tre posizioni. Premendo a fondo il pedale in fase di discesa, la traversa deve fermarsi. Per riprendere il ciclo di discesa, rilascia completamente il pedale e quindi ripremilo. Il passaggio dalla terza alla seconda posizione non provoca il riavvio della discesa. Fai questa verifica sia in fase di discesa rapida, sia in fase di discesa lenta.

2 Ogni mese

2.1 Circuito pneumatico

Scollega l’alimentazione dell’aria compressa. Se è presente la valvola di scarico, fai uscire l’aria in pressione dall’impianto e blocca la valvola con un lucchetto.

Il filtro con scarico manuale ha un rubinetto a pulsante sul fondo della tazza. Premi il pulsante per scaricare la condensa.

Dopo la manutenzione alimenta l’impianto e verifica il corretto funzionamento, nonché le possibili perdite.

quadro pneumatico pressa lamiera

2.2 Circuito idraulico

Pulisci esternamente l’impianto idraulico (blocchi, valvole, gruppo motore/pompa, tubi, ecc.). Questa pulizia ti permetterà di individuare eventuali perdite, di evitare contaminazioni quando si sostituiscono i componenti, e di evitare la riduzione dello scambio termico tra l’impianto e l’ambiente.
Evita l’uso di detergenti sulle valvole, in prossimità dei raccordi e sul coperchio del serbatoio.

2.2.1 Verifiche visive

Controlla tutte le tubazioni rigide, specialmente in prossimità dei raccordi, per individuare eventuali perdite.
Verifica che sulle tubazioni flessibili di raccordo tra la pompa e l’impianto non ci siano dei rigonfiamenti, in questo caso vanno subito sostituite.
Controlla la pompa, i blocchi idraulici con le relative valvole e distributori, e i cilindri per individuare eventuali trafilamenti.

2.2.2 Livello dell’olio

Controllare il livello dell’olio sulla spia del serbatoio con la traversa mobile tutta in alto al punto morto superiore.
La spia è visibile dal lato posteriore della pressa. Eventualmente rabboccare con olio idraulico dello stesso tipo di quello indicato sulla targa e sul manuale d’uso e manutenzione della macchina.

Se la macchina è rimasta ferma per molto tempo, pulisci bene gli steli dei cilindri principali da polvere e sporcizia. Queste sostanze possono graffiare le guarnizioni e causare trafilamenti di olio. Dopo aver oliato la superficie degli steli, fai funzionare la piegatrice a vuoto e a corsa massima dei cilindri per circa 5 minuti per espellere eventuali bolle d’aria nell’impianto idraulico.

Il livello dell’olio va controllato anche dopo eventuali lavori di manutenzione sull’impianto idraulico. Il rabbocco dell’olio o la sostituzione dell’olio idraulico va fatto utilizzando un’elettropompa e deve essere filtrato a 3 μm.
Per le operazioni di rabbocco o di riempimento, segui le indicazioni più avanti.

2.3.3 Raccordi idraulici

Dopo il primo mese di lavoro è bene bloccare tutti i raccordi dell’impianto idraulico. Il controllo può essere effettuato solo con la pressa spenta, e il sistema non deve essere in pressione.

2.4.4 Filtro aspirazione aria sul serbatoio

Il filtro dell’aria posto sul serbatoio va controllato e pulito una volta al mese. La pulizia può essere fatta con l’aria compressa. Il filtro va sostituito ogni 3 anni. Il tappo di carico dell’olio ha funzione di filtro aria anche in presenza di un filtro aria dedicato, va quindi pulito allo stesso modo.

2.5.5 Scambiatore di calore

Se è presente lo scambiatore di calore, verifica la pulizia del pacco radiante e della ventola e se necessario puliscili con aria compressa. Dirigi il getto d’aria in senso parallelo alle alette del radiatore, per non danneggiarle.
Se lo sporco è causato da olio o grasso, smonta il radiatore e puliscilo con un getto di vapore o di acqua calda, sempre facendo attenzione alla direzione del getto. Per ulteriori indicazioni fai riferimento al manuale dello scambiatore.

2.3 Impianto elettrico

pulizia quadro elettrico piegatrice

Per la pulizia puoi utilizzare aria compressa con una pressione massima di 3 bar; indossa gli occhiali protettivi. Non utilizzare detergenti o sostanze chimiche che possano danneggiare i cavi.

2.3.1 Pulizia filtri armadio elettrico e inverter

Smonta e pulisci i filtri aria dell’armadio elettrico e dell’armadio inverter.

2.3.2 Verifica cavi messa a terra

Apri l’armadio elettrico: in basso, tra la porta e la parte fissa dell’armadio c’è un cavo di messa a terra segnalato dall’apposito simbolo. Verifica la presenza di difetti o rotture e controlla che sia fissato saldamente.

collegamento messa terra quadro
messa terra traversa piegatrice

Apri la protezione posteriore e accedi all’interno della pressa. Nella parte centrale della traversa mobile è fissata una treccia di messa a terra. Anche qui controlla che non ci siano difetti o rotture e che il collegamento non sia lento.

2.3.3 Controllo generale

A macchina spenta, controlla i cablaggi nell’armadio elettrico e della pedaliera. Pulisci i cavi nelle catenarie del registro posteriore, rimuovendo sporco e polvere.

3 Manutenzione annuale

3.1 Guide della traversa superiore

Utilizza sempre gli olii e i grassi raccomandati dal costruttore. Pulisci le guide con uno straccio pulito, poi usando un pennello lubrificale con grasso.

3.2 Registro posteriore
Anche questa attività deve essere fatta da un manutentore meccanico specializzato, a macchina spenta, e segnalando mediante cartelli che la piegatrice è in fase di manutenzione.

guide cremagliera registro piegatrice

Pulisci le guide degli assi con uno straccio pulito. Lubrifica le cremagliere con un pennello, e con una pompa a siringa attraverso gli ingrassatori.

3.3 Manutenzione del circuito idraulico degli assi Y

Questo intervento deve essere effettuato da un manutentore oleodinamico specializzato, qualificato ed esperto. La pressa dev’essere spenta e con la traversa superiore al punto morto inferiore. Segnala con dei cartelli che la macchina è in fase di manutenzione.

Per effettuare le manutenzioni al circuito idraulico indossa guanti adatti ad evitare il contatto delle mani con l’olio idraulico. Prima di qualsiasi intervento al circuito idraulico, verifica che il circuito sia depressurizzato. Controlla che il circuito idraulico della bombatura ACSG2, se installato, sia scarico. Fai attenzione: l’olio e alcuni componenti possono avere temperature elevate. Se l’olio è ancora caldo utilizza dei mezzi di protezione adeguati, o aspetta che l’olio si sia raffreddato.

Raccomandazioni

  • Sostituisci l’olio dopo le prime 2000 ore di lavoro; successivamente l’olio va sostituito ogni
    5000 ore di lavoro. Ogni sostituzione dell’olio del circuito idraulico deve essere fatta con lo stesso tipo di olio.
  • Fai analizzare l’olio ogni anno da un laboratorio specializzato per decidere il momento in cui sostituire l’olio nel serbatoio.
  • Ad ogni sostituzione dell’olio bisogna eseguire la pulizia del serbatoio.
  • Tutti i rabbocchi devono essere fatti con lo stesso tipo di olio. Non miscelare olii di marche diverse anche se con le medesime caratteristiche, oppure olii di diverso tipo anche se della stessa marca.
  • In caso di sostituzione dell’olio è necessario pulire completamente tutto l’impianto.

Articoli correlati

Questo sito utilizza esclusivamente cookies "tecnici" per offrirti il miglior servizio e rendere più semplice la tua navigazione.