12 gennaio 2018

Nuovi accompagnatori elettrici per piegatrice


Migliore appoggio con i 2 assi interpolati


Presentiamo i nuovi accompagnatori elettrici per pressa piegatrice, totalmente gestiti da CNC. Sono disponibili ad asse singolo o doppio, con la possibilità di interpolazione per un migliore inseguimento della lamiera. Il doppio asse consente di seguire il movimento del pezzo durante la piega, per ridurre il rischio di graffi e contropieghe.

contropiega accompagnatori pressa piegatrice

La contropiega si verifica quando pieghiamo una lamiera molto grande, pesante e sottile. Lo sbraccio genera una coppia che porta la lamiera a piegarsi contro il bordo della matrice sotto il suo stesso peso, come vediamo nel disegno. L’accompagnatore aiuta ad evitare questo tipo di danni sostenendo il pezzo durante tutto il ciclo di piega.

Un’ottimizzazione facoltativa nel processo di piega che può essere abilitata consiste nel sollevare la traversa prima di abbassare l’accompagnatore. Questa manovra permette di evitare che, in caso di piega ad “U”, la flangia si agganci al punzone. Quando la traversa sale la lamiera viene sollevata e poi ricade, con il rischio di danni al pezzo, agli utensili e all’operatore.

L’accompagnatore può essere realizzato in due taglie, con coppia da 600 Nm o 1200 Nm per le lamiere più grandi e pesanti. Pezzi che prima necessitavano due operatori ora possono essere realizzati da una sola persona, in totale sicurezza e senza sforzi. In molti casi, anche l’uso di muletti o carroponti si fa meno necessario.

La corsa particolamente estesa consente di raggiungere angoli di piega fino a 70°. L’altezza può essere regolata da -30 a +170 mm, per lavorare su matrici con cave fino a 100 o 160 mm di apertura. Il piano di appoggio è dotato di sfere portanti e permette di installare vari accessori come spazzole, profili antigraffio, righello, riscontri regolabili, prolunghe telescopiche. Può essere utilizzato anche come supporto lamiera per piegaschiaccia.

In sintesi:

  • 1 o 2 assi interpolati controllati da CNC
  • 600 o 1200 Nm
  • riduzione del numero di operatori necessari
  • diminuzione dell’uso di mezzi di sollevamento
  • meno sforzi muscolari e rischi per la salute
  • aumento dell’efficienza
  • protezione della lamiera da contropieghe e graffi
  • pieghe fino a 70°
  • asse R -30/+170 mm; cava massima da 100 a 160 mm
  • vari accessori disponibili
accompagnatori elettrici 2 assi pressa piegatrice

Articoli correlati