15 marzo 2023

80-2500 per assemblaggio materiali in ferro


Per Martinello, officina meccanica di Riese Pio X in provincia di Treviso, che si occupa dell’assemblaggio di materiali in ferro, abbiamo costruito una pressa piegatrice idraulica con una capacità di 80 tonnellate e una lunghezza del piano di lavoro di 2500 mm.

Gasparini-Industries-Martinello-front

La macchina è stata progettata con il nostro design Easy. La luce banco-traversa è di 400 mm, la corsa dell’asse Y è di 200 mm e l’area di lavoro è dotata di illuminazione a LED. Questa macchina è stata implementata con il pacchetto Industria 4.0 e la funzione di assistenza remota Tele-Link. La sua tecnologia CNC Delem è di tipo DA-66T, mentre il software offline è il Delem Profile Lite TL 2D.

 

Questa pressa piegatrice è dotata del sistema di bombatura idraulica automatica che lavora unitamente al sistema di compensazione delle deformazioni E-Reflex, il quale controlla le flessioni della struttura attraverso una rete di sensori posizionati sia all’interno della macchina che nell’impianto idraulico. Questi sensori rilevano eventuali anomalie e confrontano la posizione della traversa con la pressione dell’olio per determinare la posizione effettiva del punzone, indipendentemente dalle deformazioni.

La scelta del sistema di bloccaggio da parte del cliente, è ricaduta sugli intermedi a leva Toolever. Si tratta di strumenti con bloccaggio rapido a leva senza utensili, grazie ai quali è possibile ottenere un netto risparmio di tempo rispetto ai bloccaggi a vite tradizionali.

 

Caratteristiche:

  • Altezza 100 mm: non richiede modifiche ai programmi.
  • Cunei di centinatura frontali: intermedi a contatto senza spazi.
  • Doppio staffaggio con bloccaggio frontale per montare gli utensili rovesciati.
  • Apertura e chiusura senza attrezzi speciali, solamente una chiave o un cacciavite qualsiasi.
  • Gli utensili rimangono in posizione di sicurezza anche con i bloccaggi aperti.
  • Autoallineanti: durante la chiusura, i punzoni vengono sollevati e spinti contro l’intermedio, eliminando la necessità di pieghe preliminari.
  • Supportano anche punzoni segmentati fino a 10 mm.

 

Il bloccaggio inferiore è di tipo manuale.

Gasparini-Industries-Martinello-clamping
Gasparini-Industries-Martinello-backgauge

Il registro posteriore è a 4 assi (X-R-Z1-Z2) controllati da CNC. Tale sistema è altamente flessibile e preciso: oltre ai due assi standard, presenta anche gli assi Z1 e Z2, due riferimenti aggiuntivi manovrabili manualmente e una battuta ulteriore. Questa soluzione garantisce una maggiore adattabilità della macchina alle diverse tipologie di pezzi da lavorare. Inoltre, i riferimenti posteriori sono dotati di un dispositivo di sicurezza anticollisione che li sgancia in caso di urti violenti, prevenendo danni o spostamenti dalla loro posizione corretta. Grazie agli assi Z1-Z2, è possibile lo spostamento laterale dei riferimenti per semplificare il posizionamento di pezzi di diverse lunghezze o per lavorare su più stazioni.

Il sistema di sicurezza adottato è il DSP-AP. Genera un fascio laser visibile conforme alla norma EN12622. Il raggio protegge l’operatore dal pericolo di schiacciamento tra punzone e matrice. Con questo dispositivo è possibile posizionare il punto di cambio velocità a soli 4 mm dalla lamiera, il che consente alla traversa superiore di mantenere una velocità elevata per un tempo maggiore, riducendo al minimo la parte del processo di piegatura in cui la velocità è ridotta.

Gasparini-Industries-Martinello-dsp-ap
Gasparini-Industries-Martinello-supporti

I supporti frontali sono scorrevoli, regolabili in altezza e montati su guida lineare, con cassetto porta-attrezzi. Possono essere facilmente sganciati dalla guida in caso di necessità, e grazie al peso contenuto possono essere movimentati con pochissimo sforzo.

 

Il piano di appoggio misura 600 x 140 mm, è rivestito con profili in polietilene antigraffio e può supportare fino a 500 kg.


Articoli correlati