02 aprile 2021

Seconda pressa piegatrice per prefabbricati


pressa piegatrice 165 tonnellate 3000 mm produttore

Questo cliente, a pochi mesi di distanza dall’investimento in una pressa piegatrice X-Press 225/6000, sceglie nuovamente Gasparini per una X-Press 165/3000. La pressa piegatrice è dotata di un CNC Delem DA-66T corredato della funzione di assistenza remota TeleLink, che permette ai nostri tecnici di collegarsi al CNC per aiutare con la programmazione o accedere ai dati di diagnostica. A corredo del CNC abbiamo fornito anche il software Profile Lite TL 2D: un CAM del tutto simile a quello a bordo macchina, che può essere usato da PC per preparare in anticipo attrezzaggi e programmi di piega.

Grazie alla bombatura attiva Gasparini Adaptive Crowning, questo cliente può realizzare anche pezzi lunghi con un’ottima costanza dell’angolo tra estremi e centro. La bombatura in tempo reale infatti misura la deflessione della traversa e la compensa dinamicamente durante il ciclo di piega, mantenendo punzoni e matrici perfettamente paralleli. La pressa piegatrice è dotata anche di pacchetto di risparmio energetico ECO: il motore principale è pilotato da un inverter vettoriale che controlla costantemente la coppia e la velocità di rotazione. In questo modo forniamo all’impianto idraulico precisamente la pressione e la portata richieste, senza sprechi durante i periodi di inattività. Contemporaneamente riusciamo ad aumentare la velocità della traversa, riduciamo la rumorosità e lo stress dell’olio.

piegatrice idraulica cnc delem risparmio energetico
registro posteriore 2 assi x-r 4 riferimenti manuali

Il bloccaggio dei punzoni e delle matrici è rapido e comodo grazie al sistema pneumatico Gasparini Pneumatic Clamping, attivabile sia dal pannello di comando che dal telecomando Syner-G.

 


 

Il registro posteriore è controllato da CNC su due assi (X-R), ed è stato equipaggiato con 4 riferimenti in totale. Ogni riferimento è dotato di 3 superfici d’appoggio. Attivando la funzione F, la trave porta i puntali oltre la linea di piega, dove l’operatore li può spostare semplicemente spingendoli, portandoli nel punto desiderato. Un sistema pneumatico provvede poi a bloccarli per mantenerli nella posizione corretta.


Articoli correlati

Questo sito utilizza esclusivamente cookies "tecnici" per offrirti il miglior servizio e rendere più semplice la tua navigazione.